Camminare allunga la vita secondo il più grande studio al mondo sull’argomento

Che camminare e svolgere quotidianamente attività fisica facesse bene al nostro corpo è cosa ormai risaputa. Oggi arriva un ulteriore importante studio secondo il quale camminare, non solo fa bene al nostro corpo, ma allunga la vita.

Avete letto bene: camminare allunga la vita! Non lo diciamo noi, ma lo dice il più grande studio al mondo sull’argomento condotto su 226.889 persone provenienti da 17 studi diversi in tutto il mondo.

Ma quali sono i benefici della passeggiata e cosa ci dice la ricerca nel dettaglio? Andiamo a scoprirlo insieme.


CAMMINARE FA BENE: LO DICONO I RICERCATORI

Lo studio, pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology, ha dimostrato che più si cammina, maggiori sono i benefici per la salute. Quali sono i benefici più importanti? In particolare lo studio ha rilevato che “camminare almeno 3.867 passi al giorno inizia a ridurre il rischio di morire per qualsiasi causa e 2.337 passi al giorno riducono il rischio di morire per malattie del cuore e dei vasi sanguigni (malattie cardiovascolari)”.

Scopri anche la dieta ideale per mantenere il cuore in salute!

Il rischio di morire per qualsiasi causa o per malattie cardiovascolari diminuisce significativamente con ogni 500-1.000 passi in più. Un aumento di 1.000 passi al giorno è stato associato a una riduzione del 15% del rischio di morire per qualsiasi causa e un aumento di 500 passi al giorno è stato associato a una riduzione del 7% del rischio di morire per malattie cardiovascolari.

Torna su


IL PIÙ GRANDE STUDIO AL MONDO SUL TEMA

Questo recentissimo studio condotto su 226.889 persone provenienti da 17 studi diversi in tutto il mondo ci restituisce un’ulteriore consapevolezza sull’importanza del movimento e dell’attività fisica. I ricercatori, guidati da Maciej Banach, professore di cardiologia presso l’Università di Medicina di Lodz, in Polonia, e professore aggiunto presso il Ciccarone Center for the Prevention of Cardiovascular Disease, Johns Hopkins University School of Medicine, hanno scoperto che anche se le persone camminavano fino a 20.000 passi al giorno, i benefici per la salute continuavano ad aumentare. Non hanno ancora trovato un limite massimo.

Scopri anche la ricerca sui problemi cardiovascolari nei giovani atleti

Al termine della ricerca il Prof. Banach commenta così i risultati dello studio: “Abbiamo riscontrato che questo vale sia per gli uomini che per le donne, a prescindere dall’età e dal fatto che si viva in una regione del mondo temperata, subtropicale o subpolare, o in una regione con un clima misto. Inoltre, la nostra analisi indica che bastano appena 4.000 passi al giorno per ridurre significativamente i decessi per qualsiasi causa, e ancora meno per ridurre i decessi per malattie cardiovascolari”.

Torna su


L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITÀ FISICA

È stato in precedenza più volte dimostrato che uno stile di vita sedentario può contribuire all’aumento delle malattie cardiovascolari e a una vita più breve. Gli studi hanno dimostrato che un’attività fisica insufficiente interessa più di un quarto della popolazione mondiale. Le donne sono più numerose degli uomini (32% contro 23%) e le persone nei Paesi a più alto reddito rispetto a quelli a basso reddito (37% contro 16%) non svolgono una quantità sufficiente di attività fisica.

Segui gli aggiornamenti del blog su stile di vita sano e corretta alimentazione

Secondo i dati dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’insufficiente attività fisica è la quarta causa di morte nel mondo, con 3,2 milioni di decessi all’anno legati all’inattività fisica. Anche la pandemia COVID-19 ha comportato una riduzione dell’attività fisica e i livelli di attività non si sono ancora ripresi a distanza di due anni.

Questo studio ha ulteriormente confermato l’importanza dell’attività fisica e tra i punti di forza vi sono le sue dimensioni e il fatto che non si è limitata ad esaminare gli studi che si limitavano a un massimo di 16.000 passi al giorno, ma fino a 20.000 passi al giorno. Ci sono però anche delle limitazioni che includono il fatto che si tratta di uno studio osservazionale e quindi non può dimostrare che l’aumento del numero di passi causi la riduzione del rischio di morte, ma solo che sia associato ad essa.

Torna su


LO SCREENING PER PREVENIRE LE PIÙ COMUNI MALATTIE

Monitorare e tenere sotto controllo i parametri fisiologici, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, è la nuova frontiera della medicina.

Proprio per questo motivo, grazie alla collaborazione tra tecnici e medici dell’azienda Biotechmed e dell’Istituto Italiano di Telemedicina diretto dal professor Omboni, già da tempo esiste un servizio ben collaudato da pazienti e professionisti che offre un servizio di Telemedicina. Stiamo parlando di Tholomeus®, una App in grado di monitorare remotamente i pazienti sullo stato di salute e i propri parametri fisiologici.


SCOPRI I SERVIZI DI TELEMEDICINA

Scopri i servizi e i prodotti di Biotechmed per monitorare direttamente da casa i tuoi parametri fisiologici e ottenere un parere dagli esperti!

Servizi di Telemedicina Shop Biotechmed

SCOPRI I PRODOTTI DI TELEMEDICINA


 

Un vero e proprio telemonitoraggio, certificato con il marchio CE, da effettuare a casa o presso una struttura medica convenzionata con Tholomeus® che consente al medico di ricevere in tempo reale la misurazione effettuata dal proprio paziente per consigliare e suggerire soluzioni immediate.

Proteggi la tua Salute!

PROVA ORA L’APP THOLOMEUS®

0 0 votes
Article Rating
Lascia un messaggio