Intelligenza Artificiale e Sanità, le nuove frontiere del 2024

Con l’utilizzo sempre maggiore di tecnologie innovative come ChatGPT, l’Intelligenza Artificiale (AI) ha conquistato un posto di rilievo nel panorama sanitario del 2023, una tendenza che prosegue in questo nuovo anno.

La World Health Organization ha affermato che, con la crescente disponibilità di dati sanitari e il rapido progresso delle tecniche analitiche, le soluzioni basate sulla AI potrebbero essere un catalizzatore per la trasformazione digitale del settore sanitario. Esploriamo assieme alcune delle prospettive chiave e le precauzioni degli esperti per il 2024.

CURA PERSONALIZZATA PER IL PAZIENTE

L’entusiasmante sviluppo nell’ambito dell’Artificial Intelligence in sanità si concentra sulla capacità di modelli informatici di elaborare dati “multimodali” del paziente – ovvero, analizzando simultaneamente informazioni di testo, immagini, audio e video, caso per caso.

Attualmente, i modelli multimodali possono diagnosticare sulla base di uno o due elementi, come per una radiografia. Tuttavia, il futuro prevede un passo avanti, consentendo all’AI di analizzare in modo più completo dati come gli appunti del medico, campioni di laboratorio, farmaci assunti e informazioni genetiche.

Questo progresso non solo rivoluzionerà le diagnosi, ma contribuirà a delineare piani di trattamento sempre più personalizzati, su misura di ogni paziente.

Torna su

 

SPERIMENTAZIONI CLINICHE

L’Artificial Intelligence può essere uno strumento chiave nel ridurre notevolmente il tempo impiegato dagli esperti per analizzare i risultati delle sperimentazioni cliniche.

La capacità dell’AI di valutare rapidamente e in modo efficiente la sicurezza e l’efficacia dei farmaci potrebbe tradursi in un processo di sviluppo di nuovi trattamenti decisamente ottimizzato.

La possibilità di analizzare enormi quantità di dati accelera la valutazione dei risultati, risparmiando non solo tempo, ma potenzialmente aprendo la strada a una maggiore comprensione delle complessità delle risposte cliniche e dei potenziali effetti collaterali dei trattamenti.

Torna su

MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DEI DATI

Un aspetto cruciale nell’implementazione dell’AI in ambito sanitario riguarda la qualità dei dati. È unanimemente riconosciuto che i risultati di questa tecnologia, in particolare dell’AI Generativa, possano essere validi solo se elaborati a partire da banche dati autorevoli.

Pertanto, garantire delle fonti affidabili è prioritario, per permettere un corretto apprendimento dell’AI. Inoltre, si sta lavorando allo sviluppo di algoritmi per individuare e correggere i bias nei dati, affrontando questioni come la discriminazione basata su razza o genere.

Torna su

ETICA E REGOLAMENTAZIONE

Il progresso dell’Artificial Intelligence, in particolare nel delicato ambito della sanità, necessita di un approccio etico e di regolamentazioni accurate. La valutazione approfondita relativa all’apprendimento dell’AI è essenziale, ma deve andare di pari passo con l’implementazione di politiche pubbliche che affrontino questioni di matrice etica, inclusa la privacy del paziente.

È necessario un quadro normativo per garantire l’utilizzo responsabile dell’AI in ambito medico, poiché tematiche come consenso, proprietà dei dati e custodia rappresentano ancora una zona grigia del diritto, restando poco esplorate.

Torna su

 

AUTOGESTIONE DEL PAZIENTE

Una prospettiva fondamentale del futuro della sanità è rappresentata dalla creazione di tecnologie di Artificial Intelligence che permettano ai pazienti di gestire autonomamente la propria salute.

Oltre ai dispositivi indossabili che monitorano pazienti con insufficienza cardiaca, l’AI è stata impiegata in aree geografiche remote, per gestire le malattie dei pazienti durante la pandemia. Queste tecnologie consentono diagnosi a distanza e consulenze tempestive, riducendo la dipendenza da interventi umani diretti.

L’autogestione del paziente tramite l’AI non solo allevia la pressione su strutture sanitarie sovraccariche ma apre anche nuove vie per un coinvolgimento attivo dei pazienti nella cura di sé.

Torna su

VERSO UNA SANITÀ INTELLIGENTE

Il 2024 si prospetta come un anno cruciale per l’integrazione dell’Artificial Intelligence nella sanità. Biotechmed, in questo contesto, è un interlocutore d’eccellenza, grazie ai servizi di telemedicina avanzati al passo con la tecnologia.

Attraverso la sua app Tholomeus® , il team di Biotechmed può fornire consulenze personalizzate basate su dati accurati e affidabili, sottolineando l’importanza dell’autogestione del paziente, sempre più consapevole.

La riflessione etica continua a essere fondamentale, e Biotechmed è impegnata a garantire che l’utilizzo dell’AI nella sanità avvenga nel rispetto delle normative e dei principi etici, garantendo al contempo una salute sempre più centrata sulla persona.

Torna su

LA TUA SALUTE A PORTATA DI MANO, CON LA APP THOLOMEUS®


SCOPRI I SERVIZI DI TELEMEDICINA

Scopri l’App Tholomeus® per monitorare direttamente da casa i tuoi parametri cardiaci e ottenere un parere immediato dagli esperti!

ISCRIVITI A THOLOMEUS®


Un vero e proprio telemonitoraggio, certificato con il marchio CE, da effettuare a casa o presso una struttura medica convenzionata con Tholomeus® che consente al medico di ricevere in tempo reale la misurazione effettuata dal proprio paziente per consigliare e suggerire soluzioni immediate.

Proteggi la tua Salute!

PROVA ORA L’APP THOLOMEUS®

5 1 vote
Article Rating
Lascia un messaggio